Sezione Quadranti Solari


 

Totali dei Comuni delle Province di Lucca,
Massa Carrara e Pisa
Archivio Provincia Lucca  
Archivio Provincia Pisa
Archivio Provincia Massa-Carrara
   

Sezione Quadranti Solari

a cura di Luigi D'Argliano

 

 

 

 

 

PresentazioneProvince censite dal GAV

La Sezione Quadranti Solari del GAV fu istituita nel 1989 allo scopo di censire gli orologi solari presenti sul territorio della provincia di Lucca che, secondo le statistiche UAI di allora, ne risultava priva. Poiché alcuni orologi solari nella città di Viareggio erano ben evidenti e alla portata di tutti era chiaro che in ambito provinciale non c’era nessuno che si occupasse di censire e catalogare questi antichi strumenti di misura del tempo.

Tale lavoro fu intrapreso nell’ambito di quanto sta facendo e continua tuttora la Sezione Quadranti Solari della UAI. Inizialmente in ambito GAV si era avanzata l’ipotesi di estendere il censimento a tutte le province costiere da La Spezia a Livorno ma il compito è risultato talmente arduo, anche in considerazione dell’elevato numero di quadranti censito in provincia di Lucca, che oggi la nostra sezione (nella persona di Luigi D'Argliano) ha ricevuto l’incarico dalla UAI di coordinare il censimento a scala provinciale solamente per Lucca e Massa-Carrara. Ciò non toglie che si raccolgano anche dati relativi ad altre province toscane e appartenenti ad altre regioni.

 

Il censimento

Lo scopo del censimento è di catalogare gli orologi solari presenti sul territorio nazionale ed in particolare di segnalare quelli di rilevante pregio artistico e/o storico. Per ognuna delle 103 province italiane è stato nominato un coordinatore (può sovrintendere anche su due o più province); i dati relativi a ciascun quadrante segnalato vengono passati a lui il quale provvede all’aggiornamento dell’archivio mediante registrazione su moduli cartacei e su supporto informatico mediante il programma AQS95 ver. 4.2 ideato dal Gruppo Milanese Quadranti Solari. Il coordinatore provinciale invia periodicamente al coordinatore regionale i propri archivi aggiornati.

La sintesi di tutto il lavoro svolto dal 1979 (anno in cui fu istituita dalla UAI la Sezione) al 2001 è stata recentemente stampata in un catalogo guida dal titolo MERIDIANE DEI COMUNI D’ITALIA.

In esso sono censiti 12643 quadranti in 102 province italiane. Per quanto riguarda le 2 province di competenza del GAV abbiamo 228 quadranti in provincia di Lucca e 26 in provincia di Massa-Carrara. Dobbiamo inoltre aggiungere che il contributo al catalogo da parte del GAV, con segnalazioni di nuove meridiane, non si limita a queste due sole province ma anche a quelle di Pisa, Livorno, Prato, Firenze, Brescia, La Spezia, Modena, Piacenza.

 

La caccia alla meridiana

Andare in giro a caccia di meridiane è un passatempo divertente che consente anche di scoprire angoli caratteristici e panoramici di paesi. L’esplorazione si può effettuare in auto, in bicicletta, a piedi, armati di macchina fotografica, carta e penna (meglio se di un modulo apposto UAI); altri strumenti sono un orologio, una bussola, un metro.

Generalmente si dovranno passare in rassegna le facciate degli edifici esposte a sud anche se, ma sono casi rari come a Torre del Lago Puccini, esistono meridiane realizzate su pareti fortemente esposte a nord. Attenzione alle false meridiane o pseudomeridiane: si tratta in genere di oggetti ornamentali, spesso realizzati in terracotta o in piastrelle colorate, che non hanno niente a che vedere con gli orologi solari. Per distinguerli, a parte il fatto che indicheranno un’ora completamente sballata, occorre vedere come sono tracciate le linee orarie che, nel caso di pseudomeridiane, saranno perfettamente equidistanti ed in genere dalle 6 alle 18.

Ricordate che l’ora indicata deve essere corretta per l’ora legale (quando essa è in vigore), con l’equazione del tempo e con la differenza in longitudine tra la località e quella di riferimento del Fuso Orario di appartenenza.

Una volta individuato un quadrante si dovrà prendere nota dell’indirizzo preciso (via/piazza, numero, frazione, località e Comune ) e riportarne le caratteristiche sul modulo apposito (tipo di superficie, tipo di gnomone, sistema orario, stato di conservazione ecc.); poi si scatteranno due foto delle quali una panoramica che comprenda anche l’edificio ed una in particolare con zoom sul quadrante.

 

Link:  Sezione Quadranti Solari dell'UAI:         http://quadrantisolari.uai.it/ 
           Quadranti Solari di Massimo del Del Dotto: 
www.orologisolari.it

 

Archivio Provincia Lucca Totali dei Comuni delle Province di Lucca,
Massa Carrara e Pisa
 Archivio Provincia Pisa    
Archivio Provincia Massa-Carrara    

 

Ultimo aggiornamento 13/02/2006


Pagina principale